Vino di qualità Extra Dry Pinot Rosè ” Vigna San Martino “

 

Lavorazione

La vinificazione in rosa di uve pinot nero inizia con la pressatura soffice dei grappoli interi che porta alla seperazione del mosto rosato dalle vinacce. Il mosto fiore (ovvero il primo 50% di sgrondo liquido di pressatura), chiarificato e travasto, viene fatto parzialmente fermentare in vasche d’acciaio ad una tempertura controllata di 18 °C, in seguito viene filtrato per un naturale residuo zuccherino di 22 g/Lt. Dopo un periodo di affinamento in acciaio, il vino viene messo in bottiglie champagnotte insieme a lieviti selezionti (tiraggio). Le bottiglie vengono accatastate in cella a rifermentare ad una temperatura costante di 16 °C.

L’affinamento di post-fermentazione, sulle scorte di lievito dura per un periodo di sei mesi. dopo il remuage delle bottiglie sulle pupitres, nella fase di degorgement la bottiglia viene stappata  a laglace, eliminando il residuo di rifermentazione e viene aggiunta la liqueur d’expédition; Infine lo spumante viene tappato e preparato per la vendita.

Caratteristiche

Il vino presenta un colore rosa salomone più o meno carico, il perlage è fine e molto persistente. al naso è fruttato, elegante e mediamente evoluto con sentori tipici di crosta di pane, di rosa canina e di mela matura. In bocca è piacevolmente morbido, fresco, con una buona persistenza e struttura. Ideale come aperitivo in abbinamento a salumi, trova un ottimo connubio con primi piatti a base di pesce, grigliate e fritture di mare e di terra. Temperatura di servizio 8 °C.